Cenone di Natale: le insidie per fido

Cenone di Natale: le insidie per fido Eccoci arrivati nel periodo più magico dell’anno. Regali, tavole imbandite con leccornie di tutti i tipi faranno da padroni durante tutto il periodo natalizio. Ma tutte queste prelibatezze nascondono non poche insidie per il vostro amico peloso. Innanzi tutto il cambio repentino di dieta potrebbe causare loro dei problemi gastrointestinali più o meno gravi oppure provocare coliti o infiammazioni del pancreas più o meno acute. Bisogna fare attenzione ad alcuni tipi di alimenti che per i nostri amici a 4 zampe sono pericolosi in quanto tossici. Parlando di dolci troviamo il cioccolato che abbonderà sia sulle nostre tavole che come elemento decorativo. Contiene una sostanza, la teobromina (appartenente alla famiglia delle metilaxantine) che è tossica per gli animali in quanto riescono a  metabolizzarla più lentamente rispetto all’essere umano. Questo provoca  facilmente in essi un accumulo di tale sostanza fino a livelli considerati tossici. È un eccitante del sistema nervoso e cardiocircolatorio, provoca tremori muscolari, convulsioni, aritmie cardiache, crisi di ipertensione arteriosa, ma è anche un diuretico e un vasodilatatore. Anche il panettone e il pandoro sono insidiosi per i nostri amici. Il primo contiene uva, uvette e canditi che sono sostanze fortemente sconsigliate in quanto danneggiano i reni con effetti anche letali. Il secondo, invece, è meno pericoloso ma contiene moltissimi zuccheri, senza dimenticarci eventuali guarnizioni  o ripieni di cioccolato e creme. Alla base di molti condimenti e sughi vi è la cipolla, altra sostanza molto pericolosa che contiene una sostanza altamente tossica per il cane in quanto contiene il Disolfuro di n-propile che provoca rottura dei globuli rossi. Le tradizioni natalizie prevedono di degustare anche selvaggina. Durante il cenone le ossa fanno gola al cane ma più queste sono sottili e più vi è il rischio che si feriscano il palato oppure l’intero apparato digerente rendendosi necessario addirittura un intervento chirurgico. La frutta secca è un’altra prelibatezza tipica del Natale. Di per se stessa non è tossica per i cani se assunta in piccole quantità, tuttavia si riscontrano in essa alti contenuti di grassi e, in qualche tipo di frutta, anche di sale che potrebbero portare rispettivamente a pancreatiti e problemi legati alla tossicità del sale. Non bisogna inoltre dimenticarsi che molti cani, così come gli umani, potrebbero essere allergici ad alcuni tipi di frutta secca. Gli alcolici sono estremamente dannosi per i nostri amici a 4 zampe perché questi non posseggono gli enzimi necessari a metabolizzare l’alcol in essi contenuto. Quest’ultimo produce sui cani gli stessi effetti che sugli umani con la differenza che ai nostri pet bastano quantità minime per incorrere in seri problemi, quali, ad esempio: vomito, diarrea, problemi di coordinazione, difficoltà respiratoria, come e morte. Insomma, parlando di feste e di tutto quello che le caratterizza, è importante non scordarsi mai che i nostri amici a 4 zampe non sono uguali a noi. Evitiamo di dare loro qualunque cibo dando per scontato che ciò che è una prelibatezza per noi lo sia anche per loro. In caso di dubbi contattare tempestivamente un nutrizionista o il veterinario di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *