Diarrea nel cane: quale pappa?

La diarrea o dissenteria viene definita come un disturbo della defecazione con un aumento della quantitàgiornaliera di feci con una consistenza molto variabile ed un incremento della frequenza di feci prodotte. Le cause possono essere molteplici e non si tratta di una malattia ma di un sintomo comune a molte malattie.Può insorgere improvvisamente e durare poco tempo e si parlerà quindi di diarrea acuta, può durare persettimane o mesi e si parlerà di diarrea di tipo cronico, oppure essere sporadica nel tempo. Un episodioisolato non deve destare preoccupazione, però il perdurare del sintomo può portare a disidratazione.

Le cause possono essere molteplici: cambio di alimentazione, intolleranza alimentare, ingestione di alimentiavariati o ammuffiti, ingestione di sostanze tossiche, ossa oppure oggetti, reazione allergiche ad alimenti ofarmaci, infezioni batteriche o virali, parassiti, malattie renali, epatiche o infiammatorie intestinali, neoplasiedel tratto digestivo oppure colite. Alcune razze sono predisposte a questo disturbo. Un esempio è il Pastore Tedesco che geneticamente puòpresentare una carenza di IgA a livello intestinale e soffre spesso di insufficienza pancreatica. Anche cani ditagli piccola come Yorkshire o Maltesi possono manifestare diarrea con piccole goccioline di sangue.Nel caso in cui la dissenteria si protragga per un tempo prolungato, occorre una visita per identificarne lecause e procedere poi con una eventuale terapia farmacologia ed alimentare.

Come devo alimentare il cane con dissenteria? Innanzi tutto si consiglia, nelle prime 24 ore, una sospensionedell’alimentazione lasciando a disposizione acqua e somministrando probiotici (per uso animale in quantoquelli umani non hanno effetto perché uomo e cane hanno flora batterica intestinale diversa) o integratorispecifici per cani che aiutino a ripristinare la normale flora batterica intestinale. Un cambio repentino di alimentazione in un cane con diarrea non aiuta di certo e serve ancora menosomministrare il riso bollito. Nell’uomo ha effetto astringente ma nel cane può non migliorare la situazioneoppure fare effetto contrario.

In caso di dissenteria, è consigliabile somministrare acqua ricca di sali mineraliper reintegrare i liquidi persi, evitare di somministrare latte o alimenti che possono causare intolleranze,somministrare una dieta con alimenti altamente digeribili e povera di grassi ed assumere alimenti poveri difibre. Per quelli che praticano un’alimentazione di tipo industriale è consigliabile suddividere la razione inpasti più piccoli e frequenti per non appesantire troppo l’intestino. Le crocchette aiutano ad assorbire l’acquadelle feci e quindi contribuiscono a renderle più compatte. Per chi invece predilige un’alimentazione di tipocasalingo, si possono somministrare alimenti considerati astringenti come: zucca cotta, carota bollita, patatedolci, avena, e mela. Diversi studi hanno evidenziato come la somministrazione di Acidi Grassi Omega-3 abbia un effettoantinfiammatorio su tratto gastroenterico e possono risultare utili in caso di infiammazioni intestinali. Quindil’integrazione con Omega-3 può essere inserita sia in un’alimentazione di tipo industriale che inun’alimentazione di tipo casalingo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *